Video per Youtube

Il motore di ricerca più cliccato dopo Google è Youtube. E non c’è da sorprendersi, visto che il linguaggio visuale è ormai imprescindibile per qualsiasi forma di prodotto editoriale, promozionale e di comunicazione. Web e multimedia vanno da sempre a braccetto: cresce l’uno, cresce l’altro. E con la diffusione di connessioni a banda larga, i contenuti multimediali on demand stanno spopolando. Si vende di più con la promozione indiretta dei tutorial amatoriali che con mille video istituzionali. Dal trucco al montaggio di mobili, dalla prova di uno strumento musicale alla scelta di un’applicazione per Mac. Tutto si cerca su Youtube, perché è facile, immediato, diretto…e testato.
Ecco perché ho riconvertito la mia passione per il montaggio video in digitale nella specializzazione in montaggio di video diretto allo streaming su Web.

Come ottimizzare un video per lo streaming su Web o su Youtube

Si parte dai contenuti. Parlare sul web e per il web significa essere diretti, franchi e immediati. E soprattutto sintetici. Dev’essere anche eliminato tutto ciò che appesantisce la grafica. I contenuti vanno quindi studiati in modo da ottenere la massima fluidità e mantenere alta la soglia di attenzione del visitatore. Nel video qui sotto sentite un jingle veloce (a proposito, le musiche stile Starsky e Hutch sono mie 😉 e una contestualizzazione del parlato tramite titoli che fissano i concetti chiave.

Tre minuti

Lo dicevano pure i Negramaro: in tre minuti si possono dire un sacco di cose intelligenti, oppure un sacco di baggianate. Attenti quindi ai contenuti, perché su Youtube è meglio non superare mai i tre minuti (massimo cinque per i contenuti più importanti, ovviamente secondo la prospettiva del visitatore). Perché proprio tre minuti? Beh, voi quanto tempo dedichereste a un video su youtube prima di cominciare a guardare le posta, mandare messaggini o fissare un punto nel vuoto?  😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *